custom-header
ADS in breve

Uno strumento per aiutare i più deboli: l’amministratore di sostegno

L’amministratore di sostegno (o in acronimo ADS) è un istituto che ha trovato nascita con la Legge del 9/1/2004 n, 6. La normativa  è stata concepita per dare un fattivo aiuto a tutte quelle persone che hanno difficoltà anche parziali e temporanee a curare ed attendere i propri interessi (ciò a causa di un’infermità – temporanea o permanente – o di una menomazione fisica o psichica) e che non abbisognano di provvedimenti più impattanti quali l’interdizione o l’inabilitazione.

Rispetto a qeuste ultime figure, l’ADS si palesa come istituto più flessibile, rispettoso dell’autonomia di ciascuno, concepito e realizzato su un progetto personalizzato alle esigenze di ogni interessato e approvato dal Giudice Tutelare nonchè dallo stesso modificabile tutte le volte in cui il beneficiario e la sua realtà lo richieda.

Insomma, l’ADS è un “tutore” delle persone dichiarate non autonome, anziane o disabili (ma anche alcolisti, tossicodipendenti, carcerati, malati terminali, ciechi).

Viene nominato dal Giudice Tutelare e scelto, dove è possibile, nello stesso ambito familiare dell’assistito: infatti possono essere amministratori di sostegno il coniuge, purché non separato legalmente, la persona stabilmente convivente, il padre, la madre, il figlio o il fratello o la sorella, e il parente entro il quarto grado.

La nomina dell’ADS, diversamente dall’interdizione,  non comporta l’annullamento delle capacità a compiere validamente atti giuridici: il giudice tutelare individua gli atti (volta per volta ed in relazione alle concrete necessità) per i quali l’amministratore di sostegno si sostituirà al disabile e quelli per i quali dovrà prestare sola assistenza.

L’incarico di amministratore non è irreversibile e può essere revicato o sostituito.


Trova qui gli articoli collegati e più interessanti:

PER SAPERNE DI PIU’ SULL’AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO, ORA GUARDA LA VIDEOGUIDA NELL’INTERVISTA QUI SOTTO

Ricorda che puoi anche scaricare gratis da questo sito la “Guida Breve all’Amministratore di Sostegno

Per farlo è sufficiente mandare soltanto un tweet di TWITTER; Ti basta cliccare sul tasto qui di seguito: “pay with a tweet”. Per Te è gratis, per noi è un contributo importante su Twitter a diffondere la cultura dell’ADS. CLICCACI ORA!

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: