custom-header
I doveri dell’Amministratore di Sostegno

COSA DEVE FARE L’AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO?

Dopo l’udienza arriva la nomina ad Amministratore di Sostegno, ma non si assume la funzione se non con l’accettazione dell’incarico.

E’ infatti con il giuramento che l’amministratore di sostegno si impegna a svolgere il proprio incarico con fedeltà e diligenza.

La stella polare dell’attività dell’ADS deve essere la tutela degli interessi della persona beneficiata: nello svolgimento dei suoi compiti deve tenere conto delle aspirazioni e dei bisogni del beneficiario e informarlo delle decisioni che intende prendere e, in caso di dissenso, informarne il Giudice Tutelare.

Appena nominato l’amministratore dovrà redigere un INVENTARIO con un elenco dei beni di maggior valore del beneficiario (mobili, quadri, oggetti preziosi, immobili), che presenterà al primo rendiconto.

Ogni anno, decorrente dal giorno del giuramento, l’amministratore deve depositare presso gli Uffici di cancelleria per la Volontaria Giurisdizione il rendiconto della gestione economica, utilizzando il modulo consegnato o il modulo RENDICONTO ANNUALE.


L’amministratore dovrà documentare ogni spesa straordinaria autorizzata e, per quanto possibile, le spese ordinarie non di modico importo, per cui è opportuno richiedere sempre la fattura o la ricevuta fiscale (es. per interventi terapeutici ed altro). Non è necessario allegare gli scontrini  non contenenti il codice fiscale del soggetto.

In occasione del rendiconto, quindi annualmente, l’amministratore fornirà per iscritto al Giudice Tutelare ogni informazione utile circa il suo operato, le condizioni di vita e salute del beneficiario nonché le sue esigenze.

L’amministratore potrà erogare spese ordinarie nei limiti fissati dal Giudice nel decreto e potrà sostenere tutte le spese straordinarie nei limiti di quanto autorizzato dal Giudice. Qualora il tetto di spese mensile si rivelasse inadeguato per difetto, l’Amministratore di sostegno avrà il dovere di chiedere al Giudice un suo aumento in proporzione alle maggiori necessità del beneficiato, e ciò anche in via anticipata rispetto al concretizzarsi delle maggiori esisgenze.

Qualora si palesi la necessità di affrontare spese di natura straordinaria nell’interesse del beneficiato,  l’amministratore dovrà chiedere tempestivamente apposita autorizzazione al Giudice Tutelare.

L’amministratore deve evidenziare per iscritto, depositando la richiesta avanti la cancelleria della Volontaria Giurisdizione, eventuali esigenze sopravvenute che rendano necessario modificare o integrare i poteri previsti nel decreto di nomina (es. se l’incapace eredita un immobile e prima non ne aveva, dopo aver ottenuto l’autorizzazione ad accettare l’eredità, sarà necessario richiedere anche i poteri di vendere o gestire l’immobile).

Se si rendesse necessario compiere atti di straordinaria amministrazione di natura economico-patrimoniale e non (partecipare ad atti notarili, accendere mutui, promuovere giudizi ed altro, si vedano gli artt. 374 e 375 cod. civ.) e comunque quelli per cui il Giudice ne abbia già previsto la necessità, l’amministratore dovrà chiedere al Giudice Tutelare l’autorizzazione preventiva in via anticipata al compierli.

L’autorizzazione deve essere SEMPRE richiesta prima di svolgere ogni attività di straordinaria amministrazione che possa impegnare il beneficiato nei confronti dei terzi (es. prima di sottoscrivere un contratto preliminare con cui si impegni a vendere o acquistare un immobile) o che comunque produca effetti nei confronti del medesimo, perché l’autorizzazione potrebbe anche essere negata e allora l’amministratore si troverebbe a dover rispondere dei danni.

Associazione www.amministratoridisostegno.com

Trova qui gli articoli collegati e più interessanti:

PER SAPERNE DI PIU’ SULL’AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO, ORA GUARDA LA VIDEOGUIDA NELL’INTERVISTA QUI SOTTO

Ricorda che puoi anche scaricare gratis da questo sito la “Guida Breve all’Amministratore di Sostegno

Per farlo è sufficiente mandare soltanto un tweet di TWITTER; Ti basta cliccare sul tasto qui di seguito: “pay with a tweet”. Per Te è gratis, per noi è un contributo importante su Twitter a diffondere la cultura dell’ADS. CLICCACI ORA!

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

20 Comments

  1. Salve. sono un amministratore di sostegno. il mio amministrato sta cercando lavoro. la firma del contratto di lavoro deve essere sottoscritta anche da me? per me si. per voi?

  2. Salve, dipende dai poteri conferiti al momento della nomina o di successive integrazioni.
    Cosa prevede il decreto che la ha nominata?
    Per miglior dettaglio, La rinvio anche a quanto spiegato nella Guida Breve all’Amministratore di Sostegno che abbiamo preparato con il team dello studio di un legale associato e che può scaricare cliccando QUI: http://www.amministratoridisostegno.com/2010/10/scarica-gratis-la-guida-breve-alamministratore-di-sostegno/

    Speriamo di esserle stati di aiuto e per darci il suo sostegno le chiediamo di cliccare su mi piace sulla pagina facebook di http://www.amministratoridisostegno.com che trova qui: http://www.facebook.com/amministratoredisostegno
    Grazie mille.
    Cordialità.

    Paola
    Staff Associazione AMMINISTRATORIDISOSTEGNO.COM

    Puoi seguirci con Avvocatogratis.com anche su TWITTER cliccando QUI

  3. Salve, quale sarebbe la procedura da seguire per diventare un Amministratore di sostegno? Ovvero sia, mi spiegate l’iter da seguire per poter essere nominato ADS? Grazie 🙂

  4. Salve, Giorgia.
    Si presenta il ricorso al Giudice del Tribunale allegando le ragioni che necessitano la nomina.
    Per miglior dettaglio, La rinvio anche a quanto spiegato nella Guida Breve all’Amministratore di Sostegno che abbiamo preparato con il team dello studio di un legale associato e che può scaricare cliccando QUI: http://www.amministratoridisostegno.com/2010/10/scarica-gratis-la-guida-breve-alamministratore-di-sostegno/

    Speriamo di esserle stati di aiuto e per darci il suo sostegno le chiediamo di cliccare su mi piace sulla pagina facebook di http://www.amministratoridisostegno.com che trova qui: http://www.facebook.com/amministratoredisostegno
    Grazie mille.
    Cordialità.

    Paola
    Staff Associazione AMMINISTRATORIDISOSTEGNO.COM

    Puoi seguirci con Avvocatogratis.com anche su TWITTER cliccando QUI

  5. Buonasera,
    il tribunale ha nominato un ads esterno per mia madre con la quale convivo poichè non vi era accordo tra i figli, al momento ho una badante che se ne occupa ma per le questioni riguardante la salute ho sempre fatto io, è una sfera troppo delicata e me ne sono sempre occupata io, volevo chiedere: per quanto riguarda le informazioni sulla via quotidiana, può un ads imporre la presenza alle visite mediche della badante che a mio avviso da informazioni distorte solo per puro interesse personale? preciso che l’ads chiama sempre e soltanto lei per le info senza curarsi del fatto che la badante mai le dirà che lei stessa non ha fatto per bene il suo lavoro, farlo presente all’ads è stato un buco nell’acqua, come mi devo comportare? non è giusto che mia mamma sia imbottita di farmaci solo perchè a due persone estranee fa comodo. Per ultimo: è corretto che il medico specialista si riferisca all’ads e non alla diretta figlia? la parola “tribunale” fa sempre molta paura

  6. Salve, Fede.
    Faccia istanza al Giudice per essere coinvolta nel percorso terapeutico.
    Per miglior dettaglio, La rinvio anche a quanto spiegato nella Guida Breve all’Amministratore di Sostegno che abbiamo preparato con il team dello studio di un legale associato e che può scaricare cliccando QUI: http://www.amministratoridisostegno.com/2010/10/scarica-gratis-la-guida-breve-alamministratore-di-sostegno/

    Speriamo di esserle stati di aiuto e per darci il suo sostegno le chiediamo di cliccare su mi piace sulla pagina facebook di http://www.amministratoridisostegno.com che trova qui: http://www.facebook.com/amministratoredisostegno
    Grazie mille.
    Cordialità.

    Paola
    Staff Associazione AMMINISTRATORIDISOSTEGNO.COM

    Puoi seguirci con Avvocatogratis.com anche su TWITTER cliccando QUI

  7. Premesso che vorrei mettere un amministratore di sostegno a mia mamma, la quale è soggiogata da mio fratello che sta sperperando il patrimonio famigliare. Vorrei anche sapere se dopo la nomina dell’amministratore di sostegno, quest’ultimo può controllare/verificare abusi sul c/c di famiglia andando in retroattivo? E di quanti anni? E poi fare le opportune azioni per rimediare al danno subito?
    Ringrazio e porgo cordiali saluti.
    Raffaella Actis

  8. Salve, Raffaella.
    L’ADS deve anche verificare ed inventariare lo stato del patrimonio del beneficiario. Se vi sono stati del prelievi ingiustificati ed illeciti ne darà comunicazione al giudice che autorizzerà le azioni opportune.
    Per miglior dettaglio, La rinvio anche a quanto spiegato nella Guida Breve all’Amministratore di Sostegno che abbiamo preparato con il team dello studio di un legale associato e che può scaricare cliccando QUI: http://www.amministratoridisostegno.com/2010/10/scarica-gratis-la-guida-breve-alamministratore-di-sostegno/

    Speriamo di esserle stati di aiuto e per darci il suo sostegno le chiediamo di cliccare su mi piace sulla pagina facebook di http://www.amministratoridisostegno.com che trova qui: http://www.facebook.com/amministratoredisostegno
    Grazie mille.
    Cordialità.

    Paola
    Staff Associazione AMMINISTRATORIDISOSTEGNO.COM

    Puoi seguirci con Avvocatogratis.com anche su TWITTER cliccando QUI

  9. è un’azione umanitaria solidale,x quanti sogfgetti deboli che già trovan l’indifferenza familiare e esterna e che igbnari quanti di loro si tyrovano in imbrogli e raggiri:son a vs.completa disposizione e pretendo maggior comprensiva collaborazione pedagogica tra a.d.s. e g:t:,perchè aldilà della dottrina e giurisprudenza ci vuole umile umanità disponibile:aldozolfino@libero.it;semx e solo dalle 10 alle 18 al 33.33.44.32.94

  10. Grazie.

    Per miglior dettaglio, La rinvio anche a quanto spiegato nella Guida Breve all’Amministratore di Sostegno che abbiamo preparato con il team dello studio di un legale associato e che può scaricare cliccando QUI: http://www.amministratoridisostegno.com/2010/10/scarica-gratis-la-guida-breve-alamministratore-di-sostegno/

    Speriamo di esserle stati di aiuto e per darci il suo sostegno le chiediamo di cliccare su mi piace sulla pagina facebook di http://www.amministratoridisostegno.com che trova qui: http://www.facebook.com/amministratoredisostegno
    Grazie mille.
    Cordialità.

    Paola
    Staff Associazione AMMINISTRATORIDISOSTEGNO.COM

    Puoi seguirci con Avvocatogratis.com anche su TWITTER cliccando QUI

  11. Buongiorno, Staff.
    sono stato amministratore di sostegno di mia madre per 4 anni, ora lei è morta ma cosa devo fare col giudice tutelare? Grazie.
    Salvatore.

  12. Gentile Salvatore,
    deve soltanto presentare la relazione finale per l’approvazione.

    Per miglior dettaglio sull’istituto dell’ADS, La rinvio anche a quanto spiegato nella Guida Breve all’Amministratore di Sostegno che abbiamo preparato con il team dello studio di un legale associato e che può scaricare cliccando QUI: http://www.amministratoridisostegno.com/2010/10/scarica-gratis-la-guida-breve-alamministratore-di-sostegno/

    Speriamo di esserle stati di aiuto e per darci il suo sostegno le chiediamo di cliccare su mi piace sulla pagina facebook di http://www.amministratoridisostegno.com che trova qui: http://www.facebook.com/amministratoredisostegno
    Grazie mille.
    Cordialità.

    Paola
    Staff Associazione AMMINISTRATORIDISOSTEGNO.COM

    Puoi seguirci con Avvocatogratis.com anche su TWITTER cliccando QUI

  13. Buonasera Staff,
    ai miei suoceri è stato assegnato l’amministratore di sostegno perché non c era accordo tra i figli.
    Vorrei sapere: se non dovesse bastare la pensione è vero che devono contribuire i figli?
    I miei suoceri hanno un gruzzoletto messo da parte x le necessità…: l’amministratore può attingere al loro conto, visto che i figli nn hanno le possibilitá economiche?
    Mari

  14. Gentile Mari,
    la risposta è positiva ad entrambe le domande. L’amministratore può chiedere un contributo ai figli, ma prima deve usare quanto a disposizione del beneficiario.

    Per miglior dettaglio sull’istituto dell’ADS, La rinvio anche a quanto spiegato nella Guida Breve all’Amministratore di Sostegno che abbiamo preparato con il team dello studio di un legale associato e che può scaricare cliccando QUI: http://www.amministratoridisostegno.com/2010/10/scarica-gratis-la-guida-breve-alamministratore-di-sostegno/

    Speriamo di esserle stati di aiuto e per darci il suo sostegno le chiediamo di cliccare su mi piace sulla pagina facebook di http://www.amministratoridisostegno.com che trova qui: http://www.facebook.com/amministratoredisostegno
    Grazie mille.
    Cordialità.

    Paola
    Staff Associazione AMMINISTRATORIDISOSTEGNO.COM

    Puoi seguirci con Avvocatogratis.com anche su TWITTER cliccando QUI

  15. Salve,
    Io vorrei chiedere se l’amm. di sostegno deve stare in contatto con l’amministrato in caso di visite mediche o per i vari pagamenti esempio le spese condominiali, perchè questo amministratore non si fa mai sentire, non paga nessuno: x esempio l’amministratore del condominio continuava ha mandare solleciti di pagamento a mio zio ed all’amministratore di sostegno ma questo non si è mai fatto sentire in modo che mio zio dopo tanti solleciti unitamente con l amministratore del condominio ha finalmente pagato con carico di spese x il ritardo si può mandare via questo individuo?
    Grazie.
    Gian

  16. Gentile Gianfranco,
    l’amministratore di sostegno può essere sempre sostituito su ordine del giudice: per far si esso accade si deve depositare apposita istanza al giudice tutelare con illustrazione delle ragioni della richiesta e prova di quanto si afferma.
    Per miglior dettaglio sull’istituto dell’ADS, La rinvio anche a quanto spiegato nella Guida Breve all’Amministratore di Sostegno che abbiamo preparato con il team dello studio di un legale associato e che può scaricare cliccando QUI: http://www.amministratoridisostegno.com/2010/10/scarica-gratis-la-guida-breve-alamministratore-di-sostegno/

    Speriamo di esserle stati di aiuto e per darci il suo sostegno le chiediamo di cliccare su mi piace sulla pagina facebook di http://www.amministratoridisostegno.com che trova qui: http://www.facebook.com/amministratoredisostegno
    Grazie mille.
    Cordialità.

    Paola
    Staff Associazione AMMINISTRATORIDISOSTEGNO.COM

    Puoi seguirci con Avvocatogratis.com anche su TWITTER cliccando QUI

  17. Salve,
    volevo sapere quali siano gli oneri ed obblighi dell’amministratore di sostegno nel periodo che va dalla nomina al giuramento.
    Nello specifico, si deve già occupare dei trasferimenti da una clinica a lunga degenza ad altra, di verificare dove si trovi la beneficiaria, di prendere contatti con i familiari, di fare qualcosa in particolare ecc…?
    Oppure per tutto deve attendersi il giuramento?
    Grazie

  18. Gentile Rosmar,
    prima del giuramento, l’amministratore di sostegno non ha il potere di fare nulla.
    Per miglior dettaglio sull’istituto dell’ADS, La rinvio anche a quanto spiegato nella Guida Breve all’Amministratore di Sostegno che abbiamo preparato con il team dello studio di un legale associato e che può scaricare cliccando QUI: http://www.amministratoridisostegno.com/2010/10/scarica-gratis-la-guida-breve-alamministratore-di-sostegno/

    Speriamo di esserle stati di aiuto e per darci il suo sostegno le chiediamo di cliccare su mi piace sulla pagina facebook di http://www.amministratoridisostegno.com che trova qui: http://www.facebook.com/amministratoredisostegno
    Grazie mille.
    Cordialità.

    Paola
    Staff Associazione AMMINISTRATORIDISOSTEGNO.COM

    Puoi seguirci con Avvocatogratis.com anche su TWITTER cliccando QUI

  19. Spett. Associazione
    mio figlio di anni 30 fino al mese di giugno percepiva la pensione di invalido civile, l’8 di giugno doveva fare la visita di revisione all’INPS.
    Sapendo che la sua pensione la ritirava l’amministratore di sostegno pensavo che si interessasse per fargli avere il permesso dal giudice perché era agli arresti domiciliari.
    Fatto sta che il giorno 8 giugno 2016 mio figlio non ha potuto andare a visita di revisione perché non era arrivato il permesso. L’ADS si è giustificato dicendo che non ne sapeva niente perché non aveva avuto comunicazione dalla commissione addetta la quale gli ha revocata la pensione d’invalidità.
    L’ho fatto presente al giudice tutelare, che ha detto che si doveva fare una nuova domanda per ottenere una nuova visita. A me non mi sembra giusto che mio figlio debba perdere 5 mensilità ,e aspettare chissà quanti mesi per rifare un’altra visita. Gentilmente gradirei sapere quali colpe ha l’ADS o l’INPS per non non aver avvisato l’ADS . e come posso fare per individuare le colpe dell’uno dell’altro. In un anno e mezzo non ha dato mai un reso conto delle entrate e uscite a mio figlio ( ludopatico) o a me Vi ringrazio per i Vostri suggerimenti che mi darete .
    Vi saluto cordialmente Catalano Giovanni

  20. Gentile Giovanni,
    se la posta non era controllata dall’ADS non vedo responsabilità del medesimo.

    Per miglior dettaglio sull’istituto dell’ADS, La rinvio anche a quanto spiegato nella Guida Breve all’Amministratore di Sostegno che abbiamo preparato con il team dello studio di un legale associato e che può scaricare cliccando QUI: http://www.amministratoridisostegno.com/2010/10/scarica-gratis-la-guida-breve-alamministratore-di-sostegno/

    Speriamo di esserle stati di aiuto e per darci il suo sostegno le chiediamo di cliccare su mi piace sulla pagina facebook di http://www.amministratoridisostegno.com che trova qui: http://www.facebook.com/amministratoredisostegno
    Grazie mille.
    Cordialità.

    Paola
    Staff Associazione AMMINISTRATORIDISOSTEGNO.COM

    Puoi seguirci con Avvocatogratis.com anche su TWITTER cliccando QUI

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: