custom-header
Ricorso per accettazione di eredità con beneficio di inventario

ADS: COME SI FA L’ACCETTAZIONE DI EREDITA’ CON BENEFICIO DI INVENTARIO?

Eredità e Amministratore di sostegno

Eredità e Amministratore di sostegno

Nel corso dell’amministrazione di sostegno può capitare che qualche congiunto del beneficiario venga meno, il detto beneficiario si trovi ad essere chiamato all’eredità e sia necessario provvedere all’accettazione con beneficio d’inventario, di cui abbiamo parlato QUI, in tutela del soggetto debole.

Infatti, i beneficiari di ADS possono, in linea di principio, accettare l’eredità cui sono chiamati anche puramente e semplicemente, a condizione che, ove previsto nel decreto di nomina, si muniscano, per il tramite dell’amministratore di sostegno, dell’autorizzazione di cui all’art. 374 comma 1, nr.3) c.c..

All’uopo, è quindi necessario presentare apposita istanza al giudice tutelare per munirsi dell’autorizzazione da presentare al notaio od al cancelliere in sede di accettazione.

Risulta perciò utile avere a disposizione un esempio. Eccolo qui sotto.

Avv.ti Alberto Vigani



AL GIUDICE TUTELARE

DEL TRIBUNALE ORDINARIO DI VENEZIA

RICORSO PER OTTENERE AUTORIZZAZIONE AD ACCETTARE EREDITÀ CON BENEFICIO DI INVENTARIO

R.G. ADS n. ………………..

La signora Paola ROSSI, nominata amministratore di sostegno del proprio padre, Mario ROSSI, con provvedimento del 0 febbraio 2013, rappresentata e difesa dall’Avv. Alberto A. Vigani ed elettivamente domiciliata presso il suo studio in Eraclea (VE), via Fausta n. 52, (posta elettronica info [@] avvocati.venezia.it e recapito fax al n. 0421.232444), per procura a margine del presente atto,

PREMESSO

  • di essere stata nominata amministratore di sostegno del Sig. ……………………………………………………………………………………………………………………………………. nato a ……………………………………….. il …………………………………… con provvedimento del ………………………………………………………… e di avere prestato il giuramento di rito avanti il giudice tutelare presso il Tribunale di Venezia il successivo __/__/____;
  • che lo scorso __/__/____ a …………………………………. è scomparso il sig. ……………………………………………. …………………………………………… nominando suo erede il sig. …………………………………………………………………………………….. con testamento sottoscritto in data …………………………………………………………………………….. pubblicato dal Notaio Dott. ……………………………… di ……………………………….. con atto n. ………………………………., rep. …………………………., n. raccolta …………………….. (qui allegato);
  • (in alternativa) che lo scorso __/__/____ a …………………………………. è scomparso il sig. ……………………………………………. …………………………………………… , e in assenza di testamento,  l’unico chiamato in successione legittima è il beneficiario;
  • che, anche a fronte dell’asse ereditario ad oggi conosciuto, è interesse del beneficiario accettare la suddetta eredità con le tutele consentite dall’accettazione beneficiata.

TQP

la signora Paola ROSSI, A.D.S. di Mario ROSSI, ut supra rappresentata difesa e domiciliata, svolge cortese

CHIEDE

di essere autorizzato, ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 347 c.c., ad accettare con beneficio di inventario in nome e per conto del sig. ……………………………………………………………………………………………….. l’eredità del de cuius sig. ………………………………………………………………………………………………….. di cui in premessa, con i relativi adempimenti di legge.
Luogo e data ………………….
Firma ……………………………..

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: