custom-header
ADS: quando e come si può annullare il matrimonio del beneficiario

ADS: QUANDO E COME LA LIBERTA’ MATRIMONIALE DEL BENEFICIARIO PUO’ ESSERE LIMITATA?
La Corte di legittimità interviene su una materia, quella dei diritti personalissimi del beneficiario di AdS, per la quale non vi è una limitazione aprioristica della norma: con la sentenza Cassazione 11 maggio 2017 n. 11536, per la prima volta statuisce che in determinate fattispecie concrete, sia pur eccezionali, vi può essere una valutazione in tutela dell’interesse del beneficiario che porti alla limitazione della libertà matrimoniale da parte del Giudice Tutelare.

Ricorso per accettazione di eredità con beneficio di inventario

Ecco come predisporre istanza al giudice tutelare per munirsi dell’autorizzazione da presentare al notaio od al cancelliere in sede di accettazione.

Amministrazione di sostegno: capacità di donare del beneficiario

Residua al beneficiario di amministrazione di sostegno, che mai diviene formalmente incapace, la capacità di fare donazione.

Amministrazione di sostegno post comunità

SI ALL’ADS PRO FUTURO IN CASO DI ASSISTENZA ALL’USCITA DALLA COMUNITA’ Si cambia verso. Dopo la scelta della Cassazione di negare la possibilità, in passato ammessa da alcuni tribunali, di

Cure mediche: amministratore di sostegno può esprimere il consenso informato

Ove il paziente non è in grado di esprimere il proprio consenso, sarà necessario che venga nominato un amministratore di sostegno che si munisca di specifica autorizzazione da rilasciarsi dal Giudice Tutelare,

Indennità spettante all’Amministrazione di Sostegno: è reddito?

INDENNITA’ DELL’ADS: VA TASSATA? In contrasto con quanto ritenuto dall’Agenzia delle Entrate, che viene anche ridimensionata nelle sue ambizioni interpretative, la natura di quanto liquidato all’ADS viene qualificata sotto il profilo indennitario e non sotto quello retributivo.

Esempio di ricorso al giudice tutelare per sostituzione ADS ex art. 410 c.c.

Esempio di Ricorso al Giudice Tutelare per la sostituzione dell’Amministratore ex art. 410 cod. civ. nell’ipotesi in cui la funzione dell’ADS venga resa impossibile dalla necessità di adottare delle scelte che entrino in inevitabile contrasto con l’interesse della persona beneficiata.